Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
13 Novembre 2013

SIRIA – ( 13 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Aleppo, missili > i cristiani
 

Parrocchiani dei Missionari del Verbo ad Aleppo 

Cristiani di nuovo sotto attacco in Siria, da parte dei terroristi islamici. Due giorni fa secondo fonti locali erano sotto mira le scuole dei quartieri cristiani di Damasco, dove ci sono state vittime fra adulti e bambini. Oggi le forze fondamentaliste islamiche che fanno parte delle formazioni ribelli hanno sparato tre missili anti-aerei Hawn contro i quartieri cristiani di Aleppo.
marco tosatti

Cristiani di nuovo sotto attacco in Siria, da parte dei terroristi islamici. Due giorni fa secondo fonti locali erano sotto mira le scuole dei quartieri cristiani di Damasco, dove ci sono state vittime fra adulti e bambini. Oggi le forze fondamentaliste islamiche che fanno parte delle formazioni ribelli hanno sparato tre missili anti-aerei Hawn contro i quartieri cristiani di Aleppo.  

Due missili sono caduti sul quartiere di Al-Filat, uno vicino alla chiesa del Profeta Sant’Elia, e l’altro davanti alla chiesa Caldea. Il terzo missile è esploso nei pressi della stazione di Bagdad, vicino al fiume, all’angolo della via Albissat. Si parla di morti e di feriti. 

Sempre da Aleppo, rilanciamo questa lettera scritta dalle suore dei Missionari del Verbo incarnato: “Carissimi: Approfittiamo, per qualche momento, della possibilità di collegarci con internet, così vi possiamo mandare due righe, per avvisarvi che stiamo bene. 

Come succede di solito qui, è molto difficile sapere ciò che realmente sta succedendo, di conseguenza, non possiamo distinguere se la situazione sta meglio o peggio. Per noi è sempre lo stesso, ossia, ciò che stiamo vivendo da più di un anno: si sentono i bombardamenti, trema tutto l’edificio a causa dello scoppio dei cannoni, e sembra che i proiettili non finiscano mai, perché le sparatorie non cessano. Nonostante ciò, cerchiamo di andare avanti nella maniera più “normale” possibile. 

Si commentava che l’esercito avrebbe ripreso qui ad Aleppo, i quartieri chiave per la loro posizione strategica, che precedentemente erano in mano ai ribelli. La notizia sembrava incoraggiare l’animo di tutta questa gente che sta soffrendo le tragiche conseguenze di questa guerra. 

Purtroppo, qualche giorno fa, la falange più dura dell’opposizione, conquistò nuovamente la centrale elettrica e tagliò la distribuzione della corrente elettrica a tutta la città, di conseguenza non abbiamo neanche l’acqua. Così un’altra volta siamo nel buio completo! 

Sono purtroppo già passati diversi giorni e non sappiamo proprio per quanto tempo durerà questa difficile situazione. Questo, comunque, è già successo altre volte, quindi siamo abituati e ci aggiustiamo per continuare il nostro apostolato. Vi alleghiamo una foto dell’ultima riunione che abbiamo potuto fare con le famiglie della Parrocchia…e all’aria aperta!! 

Grazie a Dio abbiamo una piccola batteria con la quale possiamo caricare i computers, così per lo meno possiamo, di tanto in tanto, stare un po’ in contatto con voi. 

Pregate per noi!”. 

 

Missionari dell’Istituto del Verbo Incarnato ad Aleppo-Siria

 

Il testo completo si trova su:

http://www.lastampa.it/2013/11/13/blogs/san-pietro-e-dintorni/aleppo-missili-i-cristiani-6W8cMliQPGjHuAGxgjqQTO/pagina.html