Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

SIRIA – ( 21 Marzo )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Siria. Padre Pizzaballa: ad Aleppo colpito convento cristiano

Ad Aleppo, nell’esplosione che ha colpito il quartiere a maggioranza cristiana di Al Sulaimanya è rimasto coinvolto anche il convento di Er Ram, tenuto dalla Custodia di Terra Santa, dedicato alle attività di oratorio per i bambini del quartiere. Lo riferisce all’agenzia Sir il custode di Terra Santa, padre Pierbattista Pizzaballa, che parla di “situazione nel Paese che sta precipitando velocemente. Ora – dice padre Pizzaballa – nell’oratorio le attività resteranno per un po’ ferme. Lo shock è stato forte”. “La Provvidenza – aggiunge – ha voluto che qualche minuto prima padre Shadi Bader, che era all’interno con numerosi bambini, decidesse di chiudere le attività in anticipo. Subito dopo l’esplosione che ha distrutto tutto. Lo scoppio è avvenuto sul muro di cinta che è parzialmente crollato, come pure parte del muro della chiesa. Le finestre e gli altri infissi sono andati distrutti. Bastava un lieve ritardo e sarebbe stata una strage”. Sul futuro della Siria il Custode appare dubbioso: “Difficile sapere come evolveranno le cose, la situazione è di grande incertezza. Esorto tutti a ricordare nella preghiera i nostri fratelli di Siria”. Per il guardiano del convento di san Francesco di Aleppo, padre Giorgio Abu Khazen, sotto la cui giurisdizione si trova il convento colpito, “l’esplosione è da ricondurre più che a violenza anticristiana, a un attacco contro una vicina sede delle forze di sicurezza”. (F.S.)

Il testo completo si trova su:

http://www.radiovaticana.org/it1/print_page.asp?c=573238