Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

TURCHIA – ( 3 Giugno )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

MONSIGNOR PADOVESE: TRE ANNI FA L’OMICIDIO. UNA CELEBRAZIONE A ISKENDERUN

Si è svolta, ieri a Iskenderun, una commemorazione di monsignor Luigi Padovese, vicario apostolico di Anatolia, di cui oggi, 3 giugno, ricorre il terzo anniversario della sua morte avvenuta per mano del suo autista, Murat Altun. “Una celebrazione fraterna – dichiara al Sir monsignor Ruggero Franceschini, presidente dei vescovi turchi e arcivescovo di Smirne -. Non abbiamo voluto invitare le autorità poiché nostro desiderio era quello di riunirci come comunità cristiana per ricordare mons. Padovese. C’era molta gente – rivela l’arcivescovo – venuta da Mersin, Adana, Tarso, Antakia. Nella liturgia abbiamo ricordato che il sangue dei martiri purifica la Chiesa e la società”. “Mi trovo ad Iskenderun – aggiunge mons. Franceschini – per assistere la comunità cristiana che soffre molto per la mancanza di un vescovo che tutti attendono ma che tarda ad essere eletto. Come cristiani rappresentiamo solo uno 0,2% della popolazione, siamo un’inezia ma consapevoli dell’importanza di essere qui. Tra noi anche tanti avvocati che sarebbero stati fieri di discutere la situazione di mons. Padovese al processo ma non ci è stato chiesto”. Murat Altun è stato condannato lo scorso gennaio a 15 anni di prigione. “Una pena troppo mite” l’aveva giudicata all’epoca l’entourage del vescovo ucciso. Murat, in caso di buona condotta, potrebbe uscire fra sei anni circa avendo già scontato tre anni di reclusione.

Il testo completo si trova su:

http://www.agensir.it/pls/sir/v4_s2doc_b.stampa_quotidiani_cons?id_oggetto=263293