Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

VATICANO – ( 7 Giugno )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
La mitria di mons. Padovese nella chiesa di san Bartolomeo a Roma



Con una solenne liturgia, presieduta da padre Mauro Jöheri, Ministro Generale dei Frati Minori Cappuccini, è stata ieri posta nella chiesa di san Bartolomeo all’Isola Tiberina – in cui si conservano le memorie dei testimoni della fede dei secoli XX e XXI – la mitria usata da mons. Luigi Padovese, vicario apostolico dell’Anatolia, ucciso il 4 giungo 2010 a Ischenderun (Turchia). La cerimonia è stata preceduta dalla presentazione, presso la Pontifica Università Antonianum di via Merulana, del volume “La verità nella carità”, che contiene alcuni scritti e omelie del compianto Vicario Apostolico. Dell’opera hanno parlato padre Paolo Martinelli, preside dell’Istituto Francescano di Spiritualità presso lo stesso Ateneo; don Romano Penna, Francesca Cocchini e l’ambasciatore turco presso la Santa Sede, Gürsoy , che hanno sottolineato lo spirito ecumenico che anima gli scritti, in alcuni dei quali mons. Padovese accenna velatamente a un suo possibile “sacrificio”, soprattutto dopo l’uccisione dei don Andrea Santoro a Trabzon. Nella stessa chiesa si conservano le “memorie” di mons. Alejandro Labaca, anche lui cappuccino, vicario apostolico in Ecuador, ucciso dagli indios Tagaeri 25 anni fa nella selva amazzonica, e quella della suora Inès Arango, che accompagnò mons. Labaca nel tentativo di avvicinare gli indios minacciati dalle multinazionali petrolifere. (A cura di Padre Egidio Picucci)
 
 
Il testo completo si trova su:

http://www.radiovaticana.org/it1/articolo.asp?c=594176