Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

ASIA/PAKISTAN – (30 Giugno)

Devolution approvata: abolito il Ministero federale per le Minoranze religiose
Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Islamabad (Agenzia Fides) – Il Pakistan ha abolito il Ministero federale per le minoranze religiose. Lo ha confermato all’Agenzia Fides il cattolico Akram Gill, Ministro di stato per le Minoranze religiose, in quello che è, di fatto, l’ultimo giorno del suo mandato. L’abolizione rientra in un piano generale di decentramento, già approvato dal Parlamento pakistano, noto come “18° emendamento” alla struttura governativa. Il piano, già reso esecutivo in passato per le prime due fasi, oggi è giunto alla fase finale. Come anticipato dall’Agenzia Fides (vedi Fides 28/6/2011), il governo abolisce sette ministeri federali, trasferendo le loro competenze alle province, per i seguenti settori: minoranze religiose, alimentazione e agricoltura, salute, ambiente, lavoro, sviluppo delle donne, sport. Ieri, 29 giugno, il premier Raza Gilani ha presieduto il vertice che ha approvato in via definitiva la fase finale del progetto, rendendolo immediatamente esecutivo. Il governo parla con soddisfazione di “passo storico”, e della “più importante ristrutturazione, in senso democratico, a partire dal 1947, per dare maggiore autonomia alle province”. Nella prima fase il 18° emendamento prevedeva il decentramento per le competenze riguardanti sviluppo locale, popolazione, iniziative speciali, giovani. In un secondo passaggio è stata la volta di istruzione, cultura, turismo, sviluppo sociale. Il Ministro Akram Gill, raggiunto da Fides a conclusione del vertice di governo, senza nascondere una certa delusione, ha dichiarato: “Non abbiamo alternative. E’ una scelta del Parlamento pakistano, che va rispettata. Il Primo Ministro Gilani ci ha però assicurato che, nel giro di una settimana, sarà creato un nuovo Ministero federale per l’Armonia interreligiosa e per i diritti umani, che dovrebbe assorbire parte delle deleghe riguardati le minoranze religiose, tutelando il loro benessere. Attendiamo fiduciosi. L’auspicio è che il nuovo ministero possa funzionare e difendere i diritti delle minoranze, come il precedente dicastero”. Disappunto e sconcerto fra le minoranze religiose: il cristiano Julius Salik, ex parlamentare e ministro, presidente della “World Minorities Alliance”, ha annunciato un ricorso alla Corte Suprema del Pakistan. Il Ministero federale per le minoranze religiose era stato creato nel 2008 dal neo eletto governo guidato dal Pakistan People Party, e il dicastero era stato affidato al cattolico Shabhaz Bhatti, ucciso in un attentato il 2 marzo 2011. (PA) (Agenzia Fides 30/6/2011)

Il testo completo si trova su:

 
http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=36732&lan=ita