Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

CONGO – ( 12 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Congo Kinshasa: salta l’accordo tra governo e ribelli M23



Salta l’accordo di pace tra governo della Repubblica democratica del Congo e i ribelli del cosiddetto movimento M23. La firma a Kampala, in Uganda, avrebbe dovuto porre fine a oltre 18 mesi di scontri sanguinosi nel Nord Kivu, regione dell’est del Congo. Il servizio di Giulio Albanese:RealAudioMP3

La pace si può fare pace per finta o sul serio. Francamente, stando a quanto è avvenuto ieri ad Entebbe tra il governo di Kinshasa e i ribelli del famigerato movimento congolese M23, qualche dubbio sorge spontaneo. All’ultimo momento le parti non si sono messe d’accordo sulla titolazione da dare all’intesa che avrebbe dovuto porre fine a oltre 18 mesi di scontri sanguinosi nel Nord Kivu, tormentata regione nell’est della Repubblica Democratica del Congo, ricca di minerali preziosi e fonti energetiche. La ripresa delle trattative è stata addirittura rinviata “sine die”. Va ricordato che l’M23, appoggiato dal Rwanda e dall’Uganda, era stato pesantemente sconfitto sul piano militare la settimana scorsa e aveva annunciato la resa. Ma stando al suo comportamento di ieri sera, pare abbia fatto marcia indietro. Col risultato che leader militare dell’M23, Sultani Makenga e i suoi seguaci sono ora in Uganda, per così dire, a piede libero e continueranno a rappresentare, stando così le cose, una minaccia per l’ex Zaire.

 
Testo proveniente dalla pagina
 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/11/12/congo_kinshasa:_salta_laccordo_tra_governo_e_ribelli_m23/it1-745794

del sito Radio Vaticana