Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

OCSE – ( 8 Maggio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Ocse: il dialogo interreligioso promuove libertà di religione e comprensione reciproca



“Gli Stati membri dell’Osce hanno riconosciuto l’importante ruolo del dialogo interreligioso nella promozione della libertà di religione o di fede, e nella promozione del rispetto e della comprensione reciproca”. La presidenza ucraina “sta prestando particolare attenzione al rispetto di questa libertà fondamentale”. Lo ha detto l’ambasciatore ucraino Ihor Prokopchuk, presidente di turno del Consiglio permanente dell’Osce, al meeting che si è svolto ieri a Vienna sul ruolo del dialogo interreligioso per iniziativa della presidenza di turno ucraina, dell’Ufficio Osce per le istituzioni democratiche e i diritti dell’uomo (Odihir) e del Consiglio europeo dei leader religiosi. “Non tutti hanno la stessa fede religiosa”, ha osservato il rev. Thomas Wipf, moderatore del Consiglio europeo dei leader religiosi, tuttavia “per vivere insieme in pace occorre il riconoscimento reciproco della dignità umana di ciascuno e della libertà che ne deriva”. “È nostro dovere, come leader religiosi, – l’esortazione del rev. Wipf – essere uniti contro le minacce al pieno godimento della libertà religiosa, e denunciarle”. Da Floriane Hohenberg (Odihir), l’auspicio che, “in caso di crimini d’odio”, i leader religiosi esprimano “solidarietà ai membri di altre comunità religiose colpiti”, dimostrando così di “apprezzare la diversità religiosa”. (R.P.)

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/05/08/ocse:_il_dialogo_interreligioso_promuove_libert%C3%A0_di_religione_/it1-690083

del sito Radio Vaticana