Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

PAKISTAN – ( 29 Novembre )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

09:18MARTIRI CRISTIANI: PAUL BHATTI, “LA VERA STRADA DEL PARADISO PASSA DAL PAKISTAN”

“La vera strada del paradiso passa dal Pakistan per aiutare i nostri fratelli più deboli ed emarginati”. È un pensiero di Shahbaz Bhatti, il politico cristiano del Pakistan ucciso il 2 marzo 2011, ricordato ieri sera dal fratello Paul Bhatti, ministro per l’Armonia nazionale del Pakistan, intervenuto a Genova al primo incontro di “Cattedrale aperta” dove ha parlato de “Il martirio dei cristiani oggi”. Di fronte alle minacce ricevute dai fondamentalisti che ne avevano decretato la condanna a morte, Shahbat soleva ripetere: “Vivo per Gesù Cristo e per lui voglio morire”. E a quanti gli chiedevano di lasciare il Paese, Shahbaz rispondeva che “un pastore deve pascere le sue pecore”. Paul ha parlato anche della legge contro la blasfemia in vigore nel suo Paese ricordando come, a causa di questa legge, “molti cristiani vengono accusati ingiustamente” e che questa legge viene spesso utilizzata per attaccare i cristiani per motivi personali od economici. Un caso, tra tutti, quello di Rimsha Masih, la bambina cristiana disabile di 14 anni accusata di blasfemia perché “alcuni fanatici volevano allontanare la piccola dal luogo dove aveva sempre vissuto”. Paul ha poi ricordato l’impegno di suo fratello “per instaurare in Pakistan un dialogo tra tutte le religioni con l’auspicio che tutte le religioni possano convivere insieme”.