Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

SIRIA – ( 13 Maggio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Sira. 80mila morti in due anni. Tensione tra Turchia e Siria



In Siria in quasi 26 mesi di guerra civile il numero delle vittime ha superato quota 80mila. E’ quanto sostiene l’Osservatorio per i diritti umani, secondo la quale poco meno della metà sono civili. Intanto cresce sempre di più la tensione tra Turchia e Siria dopo le esplosioni a Rehyanli che hanno provocato quasi cinquanta morti. Marina Calculli:RealAudioMP3

E’ rovente la tensione tra Turchia e Siria dopo le esplosioni che a Rehyanli nel sud del Paese anatolico hanno provocato 46 morti e oltre 100 feriti. Erdogan punta il dito contro le mukhabarat – ovvero i servizi di intelligence di Bashar al Assad – parla esplicitamente dei colpevoli, come sostenitori del regime di Damasco. Per rincarare la dose, il capo della diplomazia turca Davutoglu, ha detto che Ankara si riserva di prendere qualsiasi misura. Le 9 persone arrestate fino ad ora sono cittadini turchi e non siriani. Dal canto suo Damasco si difende il ministro dell’Informazione, Omran al-Zohbi, risponde seccamente agli ex alleati: “La Siria non ha commesso né commetterà mai un tale atto. Questo è contro i nostri valori”. Intanto attorno a Rehyanli, una zona dove ogni giorno arrivano immigrati dal sud del Paese, è esplosa la collera contro i siriani. Persino le loro macchine sono state danneggiate. Si complica dunque l’avvio dell’auspicato processo di soluzione politica mentre un nuovo campanello d’allarme suona dall’interno della Siria: negli oltre 2 anni di guerra i morti sono circa 80mila.

Testo proveniente dalla pagina

 
http://it.radiovaticana.va/news/2013/05/13/sira._80mila_morti_in_due_anni._tensione_tra_turchia_e_siria/it1-691473

del sito Radio Vaticana