Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram
16 Gennaio 2013

PRIMAVERA ARABA – ( 16 Gennaio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

PRIMAVERA ARABA: SAMIR KHALIL (GESUITA), “UE SOSTENGA CHI CHIEDE LIBERTÀ”

(Sir Europa – Strasburgo) – L’Unione europea “sostenga chi chiede libertà e diritti, non con chi li nega”: padre Samir Khalil Samir è intervenuto ieri sera nella sede dell’Europarlamento per affrontare il tema della Primavera araba e del possibile ruolo dell’Europa verso il medio Oriente e il nord Africa. Il gesuita, che insegna teologia cristiana orientale e islamologia a Parigi, Beirut e Roma, ha ripercorso le tappe degli ultimi due anni in Tunisia, Egitto, Siria, Libia e altri Stati, per poi soffermarsi sui fatti più recenti. “In Siria occorrerà accettare una riconciliazione per porre termine alle violenze”, anche se il Paese, a suo avviso, dovrà liberarsi dalla dittatura. “I nuovi governanti dei Paesi che hanno vissuto la primavera araba sono attesi alla prova dei fatti – ha affermato il relatore -. Non basta dire ‘l’islam è la risposta’ sui temi economici, sui diritti fondamentali, sul ruolo della donna nella società”. Padre Samir ha anche messo in guardia sul ruolo che possono giocare in queste fasi gli altri Stati arabi, “nei quali c’è la medesima situazione di negazione delle libertà” che si registrava in Tunisia o in Egitto. Il gesuita ha poi fatto un cenno alla situazione dei cristiani, che sono sempre meno numerosi e in difficoltà in nazioni in cui “le forze islamiste hanno preso il posto della protesta popolare e hanno conquistato il potere” lasciando intravvedere un futuro “difficile” per le popolazioni.