Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Centro
Federico Peirone

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagram

TURCHIA – ( 6 Febbraio )

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
TURCHIA
 
Ankara annuncia: Santa Sofia da basilica ritorna moschea
 
(​Reuters)
 
 
Le autorità turche hanno deciso di ritrasformare in moschea la basilica bizantina di Santa Sofia a Trabzon sul Mar Nero, l’antica Trebisonda, mentre una commissione del parlamento di Ankara ha iniziato l’esame di una petizione che chiede l’uso come luogo di preghiera islamico anche della Santa Sofia di Istanbul, oggi museo, uno dei monumenti più celebri della metropoli del Bosforo.

La prossima riapertura come moschea di Santa Sofia di Trebisonda è stata annunciata, riferisce Hurriyet online, dal capo della Direzione delle fondazioni religiose Adnan Ertem. La decisione, ha spiegato, è stata presa dal ministero della cultura di Ankara, che ha definito “la forza occupante” dell’edificio. La basilica di Trebisonda, costruita attorno al 1200, era stata trasformata già in moschea dopo che la capitale dell’allora impero cristiano del Mar Nero fondato da Alessio Comneno era caduta nella mani delle forze ottomane nel 1461. Negli anni 1960 è stata trasformata in museo, come l’omonima basilica di Istanbul. L’interno della chiesa è interamente affrescato da scene del Nuovo e del Vecchio testamento, considerate preziosi capolavori di arte bizantina. Gli affreschi, coperti di intonaco quando l’edificio venne adibito a moschea, sono stati ritrovati e restaurati dopo la trasformazione in museo.

Secondo Erten anche la basilica di Santa Sofia di Istanbul “è una moschea, e lo rimarrà per sempre”. “Non abbiamo l’autorità per riaprirla (come moschea, ndr) possiamo solo – ha precisato – chiedere al governo di farlo, rilevando che tutti la considerano una moschea”